Seconda Categoria: Rassina - Cavriglia 0 - 0

14-12-2014 16:20 -

13^ Giornata - Campionato Seconda Categoria - Girone ''L''

Domenica 14 Dicembre 2014 - Ore 14:30 - Stadio ''Comunale'' di Rassina (AR)

RASSINA - CAVRIGLIA 0 - 0

Arbitro: Sig. Federico RAO della Sez. di Firenze

Queste le formazioni scese in campo:

RASSINA:
Simon, D’Elia, Marsupini, Fani, Monniello,Tizzi, Patrascu (Fognani), Innocenti, Auriemma (Raggioli), Cesaroni, Andreucci (Bigiarini)
A disposizione: Veliu, Barelli, Banchetti, Trapani.
All. Maurizio MENCHINI

CAVRIGLIA:
Lovari G., Bianconi, Madii, Maggio, Ciolli, Stefanelli, Rivelli, Marini, Tognaccini, Chisci, Crini (Salinardi)
A disposizione: Sassarelli, Calosci, Lucci, Nunes Da Silva.
All. Daniele LOVARI

CRONACA:
Se a fine partita gli applausi del pubblico sono tutti per il portiere locale, si può immaginare cosa sia successo in campo.
Il Rassina e il Cavriglia si dividono la posta con uno scialbo 0 a 0, che sicuramente lascia l’amaro in bocca agli ospiti . Il primo tempo la partita si e giocata con capovolgimenti di fronte, diversi contropiede da entrambe le parti e nei primi 45' di gioco sicuramente il risultato di 0 a 0 è equo.
Nella ripresa invece, sono gli ospiti che ci credono di più, e spesso sono nell’ area dei locali, riuscendo in diverse occasioni a mettere in apprensione la difesa del Rassina che a stento cerca di arginare. Quando la difesa viene saltata è appunto il portiere che per ben tre volte nega il gol agli ospiti con delle parate veramente belle che strappano l’applauso anche ai tifosi avversari. Il Rassina sembra a corto di ossigeno, lo si vede anche da dei falli inutili che portano all’espulsione di ben due giocatori, Tizzi al 32° del secondo tempo e Fani addirittura a tempo scaduto.
Non conosciamo le ragioni, sicuramente giuste, ma alcune scelte tecniche ci hanno lasciati un po perplessi. Un punto che muove la classifica, fa sempre piacere, anche se oggi e stato veramente “trovato”.
Discreto l'arbitraggio da parte di Rao, anche se lo abbiamo visto quasi sempre lontano dall’azione di gioco.

Silvano GIORGIUCI

Fonte: asdrassina